Memoria e Impegno

Due parole forti, che si completano a vicenda per indicare valori importanti della vita civile e della persona, a cui forse è bene accostare un’altra parola ricca di significato che completa il percorso indicato dalle prime due, “responsabilità”.

Questo è stato il tema affrontato la mattina del 21 febbraio 2018, al Palafiori di Sanremo, alla presenza di oltre 600 alunni provenienti da tutte le scuole medie di primo e secondo grado di Sanremo nonché dall’Istituto Ruffini di Arma di Taggia.

 

Quasi tre ore fuggite in un attimo nell’incontro organizzato dall’Associazione Libera di Imperia con la collaborazione del nostro istituto. 

“Impegno” raccontato con serenità dall’imprenditore Rocco Mangiardi che non solo ha rifiutato di pagare il pizzo, ma ha aiutato gli inquirenti ed ha testimoniato in tribunale determinando la condanna di chi lo aveva ricattato. Decisione non facile, sofferta, condivisa con la famiglia, che ha modificato la vita di tutti poiché da allora è costretto a vivere sotto scorta.

“Memoria” nel ricordo dei coniugi Gabriele che si sono visti uccidere “per errore” il figlio undicenne al campetto di calcio nella periferia di Crotone. Una giornata come tante, finita in un regolamento di conti. Dodò, ragazzino allegro e vivace, dolce ed intelligente.

“Responsabilità” che accomuna le due storie, che non possono essere dimenticate, ma che vanno raccontate come testimonianza ed imitate nell’impegno civile.

Più volte è emersa la fiducia incrollabile nello Stato, in grado non solo di offrire giustizia, ma anche verità e dignità. Testimonianze di presenza reale e concreta delle Istituzioni e della gente comune.

Il racconto si è dipanato intervallato da letture degli studenti del Colombo delle poesie di Mangiardi e di un brano scritto da Don Luigi Ciotti  “Al primo banco stava Domenico, detto Dodò”.

La classe 3AFM/SIA ha attivamente partecipato alla realizzazione dell’evento garantendo anche un servizio di accoglienza ed assistenza.

 

 

Informazioni aggiuntive