Articoli

Sanremo: collaborazione tra Comune e Istituto ‘Colombo’ per il progetto di alternanza scuola-lavoro

Il Comune di Sanremo e l’istituto ‘Colombo’ stanno portando avanti con successo il progetto di alternanza scuola-lavoro, un punto fermo del programma didattico specie per le scuole di indirizzo professionale.

Su impulso del consigliere Mario Robaldo, gli studenti del ‘Colombo’ sono stati coinvolti in lavori di rilievo, progetto e proposta riguardanti il territorio comunale.

Il Prof. Sergio Ausenda, dirigente scolastico del ‘Colombo’, collabora da anni con Enti e associazioni presenti sul territorio e persegue gli obiettivi riportati nel Piano Triennale dell’Offerta Formativa. Ha immediatamente accolto la proposta che ha come obiettivo, oltre alla formazione tecnica degli studenti, anche quella civica dei cittadini che si interessano al proprio territorio.

Questa mattina il progetto tra Comune e ‘Colombo’ è stato presentato in conferenza stampa a Palazzo Bellevue. Per il Comune erano presenti il Sindaco Alberto Biancheri, l’Assessore Costanza Pireri, i consiglieri Mario Robaldo e Giorgio Trucco e l’Ing. Danilo Burastero.
Per il ‘Colombo’ sono intervenuti il Prof. Franco Todaro e le studentesse Monica Porro e Giulia Ravelli.

Grazie per l’impegno che mettete in questo progetto – ha dichiarato il Sindaco Biancheri – è importante anche il lavoro sulle barriere architettoniche, è la prima volta che l’Amministrazione mette a bilancio una cifra importante per l’abbattimento. Sono certo che darete una mano per portare avanti il progetto”.
Il consigliere Robaldo ha aggiunto: “Si tratta di un progetto di 490 ore l’anno, serve una collaborazione con le scuole perché loro hanno la necessità di far conoscere il lavoro agli studenti e noi possiamo conoscere meglio le problematiche del territorio”.

Il progetto è stato presentato nei dettagli dall’Ing. Burastero: “La grande diversità sta nel mezzo con il quale ci si sposta. Gli addetti del Comune vanno in auto o in moto, gli studenti sono a piedi e possono notare meglio dettagli dei marciapiedi e delle strade. Abbiamo controllato sia problemi macroscopici che interventi più piccoli come, per esempio, lampioni non funzionanti, cartelli stradali in eccesso o mancanti, fino all’abbattimento delle barriere architettoniche. Il passaggio successivo sarà trasformare la relazione in un progetto per poi pensare alla gara d’appalto”.
Uno dei prossimi obiettivi sarà quello di censire le barriere architettoniche negli edifici pubblici – commenta il consigliere Trucco – c’è un piano ed è del 1987, ma non è stato aggiornato”.

Per l’Istituto ‘Colombo’ è intervenuto il Prof. Todaro: “Abbiamo problemi a trovare soggetti che vogliano collaborare e questa occasione è stata importante perché permette di far conoscere ai ragazzi la gestione della cosa pubblica. E c’è anche l’importante aspetto del senso civico”.

Nel corso dell’estate, con la supervisione dell’Ing. Burastero e dell’Ing. Todaro, le studentesse hanno percorso alcune vie e piazze cittadine per raccogliere e classificare una serie di dati relativi allo stato delle pavimentazioni dei marciapiedi, del manto stradale, dell’arredo urbano, delle aiuole, della segnaletica verticale e orizzontale e all’abbattimento delle barriere architettoniche.

Le schede redatte dalle studentesse hanno riguardato: corso Garibaldi, corso Matteotti, piazza Colombo, piazza Eroi Sanremesi, piazza San Siro, piazza Bresca, via Debenedetti, via Feraldi, via Gaudio, via Gioberti, via Palazzo, via Piave, via Roma, via San Bernardo, via Carli, via Corradi, via Volta, via Volturno.

Il lavoro svolto a giugno e luglio ha visto attività di sopralluogo, visione delle condizioni generali della strada, individuazione dei problemi puntuali, scambio di impressioni anche con i cittadini, documentazione fotografica dei problemi rilevati, compilazione della scheda classificativa, impaginazione via per via o per gruppi di vie, costruzione di indici per la consultazione.

A ottobre il lavoro è stato consegnato. Sono stati quindi concordati anche sviluppi futuri che riguarderanno la sistemazione del tratto di passeggiata a mare al confine con il Comune di Taggia, la compilazione di schede di rilievo relative all’abbattimento delle barriere architettoniche in vista di future progettazioni.


   

 

 

 

Informazioni aggiuntive